Biennale Internazionale dell'Antiquariato  di Firenze XXVIII edizione /
BIENNALE INTERNAZIONALE DELL'ANTIQUARIATO DI FIRENZE XXVIII EDIZIONE
5 - 13 ottobre 2013
Palazzo Corsini, Lungarno Corsini, Firenze

Saremo presenti alla XXVIII Edizione della Biennale dell'Antiquariato (stand 64), che aprirà a Palazzo Corsini il 5 ottobre 2013. Quest'anno la preview si terrà il 4 ottobre dalle ore 15,00 alle ore 21,00.




visita sito
 

 
Bernardo Falconi, Bernd Pappe /
BERNARDO FALCONI, BERND PAPPE
Fondazione Giorgio Cini Scripta Edizioni
Domenico Bossi 1767 - 1853 Da Venezia al Nord Europa La carriera di un maestro del ritratto in miniatura

Il volume, frutto di un lavoro di ricerca decennale, è la prima monografia dedicata al miniaturista italiano Domenico Bossi (1767 - 1853). Nato a Trieste da famiglia veneziana, Bossi, considerato a ragione uno dei più grandi "ritrattisti in miniatura" dell'età neoclassica, dopo essersi formato all'Accademia di Venezia sotto l'egida di Giandomenico Tiepolo, fu protagonista di una straordinaria carriera internazionale. Operoso tra Sette e Ottocento in alcune delle più importanti città d'Europa - quali Berlino, Amsterdam, Amburgo, Stoccolma, Pietroburgo, Parigi, Vienna e Monaco di Baviera - ottenne prestigiose commissioni dalle famiglie regnanti di Prussia, Olanda, Meclemburgo-Schwerin, Svezia e Russia, venendo aggregato alle Accademie di belle Arti di Stoccolma (1798) e di Vienna (1818), e nominato nel 1824 "Pittore di Corte" del re di Svezia Carlo XIV Giovanni.
La monografia si connota come un vero e proprio risarcimento alla figura di questo grande artista, bene conosciuto in Nord Europa, ma in Italia pressoché dimenticato.
Continuando valorosamente la gloriosa tradizione del ritratto in miniatura su avorio, affermatosi sin dai primi anni del Settecento grazie allo strepitoso successo dell'arte innovativa di Rosalba Carriera, si firmava con orgoglio: "Domenico Bossi, Veneziano".


visita sito
 

 
LORENZO BARTOLINI, scultore del bello naturale /
LORENZO BARTOLINI, SCULTORE DEL BELLO NATURALE
31 maggio - 6 novembre 2011
Firenze, Galleria dell'Accademia

La Galleria dell'Accademia, prendendo spunto dalla straordinaria raccolta di modelli in gesso custoditi presso sua Gipsoteca, dedica la prima mostra monografica a Lorenzo Bartolini (1777 -1850), artista la sui opera svolse un ruolo fondamentale nello sviluppo della scultura dell'Ottocento non solo in Italia ma anche in Europa e negli Stati Uniti. Tre le sezioni della mostra: il periodo neoclassico e la committenza Bonaparte, l'affermazione dei nuovi valori del Purismo e la committenza internazionale, infine l'apertura sempre più decisa all'osservazione del vero naturale, che fa di Bartolini non più soltanto un fermo punto di riferimento per altri artisti suoi contemporanei, ma anche maestro di generazioni future. Per la prima volta dall'Ottocento saranno visibili a Firenze importanti sculture, che testimoniano le tappe fondamentali dell'affermazione di Bartolini come il Napoleone I in bronzo (Parigi, Museo del Louvre), Elisa Napoleona col cane (Rennes, Musée des Beaux Arts), l'Ammostatore e Maria Naryškina Gourieva (San Pietroburgo, Ermitage), Anne Lullin de Chateauvieux Eynard (Ginevra, Palazzo Eynard), La Fiducia in Dio (Milano, Museo Poldi Pezzoli). Alcune importanti tele di Jean Dominique Ingres attesteranno infine il lungo sodalizio amicale con Lorenzo Bartolini, iniziato frequentando l'atelier di David a Parigi e rafforzatosi nel soggiorno fiorentino di Ingres.

visita sito